I NOSTRI CONSIGLI

SCOPRIRE

Il bacio sotto l’arco dei Faraglioni, i giochi di luci della Grotta Azzurra, il sentiero che conduce da Villa Lysis a Villa Jovis, i racconti omerici sulle sirene ambientati nel porto di Marina Piccola e le scintillanti vetrine della Piazzetta.
Capri è l’isola dei sogni, del lusso, della natura incontaminata e una storia tracciata tra mito e leggenda.
Viaggia alla scoperta delle sue meraviglie.

I Faraglioni

I Faraglioni

I Faraglioni sono il simbolo di Capri: tre imponenti torri rocciose che si alzano dall'acqua, da ammirare dal mare. Le barche passano sempre sotto l’arco del Faraglione di mezzo: si dice che scambiarsi un bacio lì, porta fortuna.

La Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra è uno dei luoghi imperdibili di Capri. Deve la fama e il nome alle sue acque blu elettrico, che illuminano con i loro riflessi l’intera grotta. Conosciuta sin dai tempi dell’imperatore Tiberio, che ne fece il suo ninfeo marino, per secoli i marinai ne hanno alimentato leggende di spiriti e demoni che la abitavano.

La Piazzetta & Via Camerelle

La Piazzetta & Via Camerelle

La Piazzetta è il cuore della vita mondana dell’isola. I caratteristici salottini in vimini, dove sedersi a bere un caffè o un cocktail, e la fama dei personaggi che tutt’ora la frequentano, l’hanno resa nel tempo un luogo di incontro esclusivo e le hanno fatto guadagnare l’appellativo di “Salotto del Mondo”.
Dalla Piazzetta ci si addentra per Via Camerelle, la più importante via dello shopping caprese.

Villa Lysis & Villa Jovis

Villa Lysis e Villa Jovis

Villa Lysis lega la sua storia a quella del Conte Fersen, che qui visse segretamente il suo amore, finito poi in tragedia. Un sentiero naturalistico collega Villa Lysis a Villa Jovis, dimora dell’imperatore romano Tiberio e più importante sito archeologico di Capri.

Marina Piccola
e lo Scoglio delle Sirene

Marina Piccola
e lo Scoglio delle Sirene

Marina Piccola è la baia con vista sui Faraglioni. Secondo alcune teorie, sarebbe anche il luogo dove si trovavano le terribili sirene narrate da Omero nell’Odissea. Scendendo le scalette di Via Mulo, si trova la scalinata che conduce alla spiaggia di ciottoli e alla Chiesa di S. Andrea.

Via Tragara, Arco Naturale
e Pizzolungo

Via Tragara, Arco Naturale
e Pizzolungo

Via Tragara è una delle vie più pittoresche di Capri. Dal suo belvedere parte il sentiero del Pizzolungo, da cui si ammirano i Faraglioni. Proseguendo fino all’Arco Naturale, si trova Villa Malaparte.

Seggiovia, Monte Solaro
ed Eremo di Cetrella

Seggiovia, Monte Solaro
ed Eremo di Cetrella

Monte Solaro è il punto più alto e panoramico dell’isola, raggiungibile in seggiovia. Dalle sue terrazze sono ben visibili i Faraglioni, il centro di Capri e persino la Penisola Sorrentina. Da qui, dopo aver ammirato il panorama, potrete fare una deviazione per visitare l’Eremo di Cetrella, famoso per la sua vegetazione e per la chiesetta di Santa Maria.

Giardini di Augusto
e via Krupp

Giardini di Augusto
e via Krupp

I Giardini e Via Krupp furono entrambi voluti di Friedrich Alfred Krupp. La strada panoramica fu costruita per raggiungere facilmente, dalla suite del Grand Hotel Quisisana, il suo panfilo ormeggiato nella Baia di Marina Piccola. I Giardini appartenevano ai suoi possedimenti: lì pensava di costruire la sua dimora. Oggi ospitano le principali specie di piante e fiori dell’isola.

Museo Ignazio Cerio

Museo Ignazio Cerio

Il Centro Caprense Ignazio Cerio, creato da Edwin Cerio e sua cognata Mabel Norman, è un luogo che raccoglie la storia dell’isola e delle sue origini. Visitarlo è un autentico viaggio nel tempo.

Scoprite di più su Capri e vivetene l'autentica bellezza, come foste nati qui.
Contattate il nostro Concierge per lasciarvi suggerire tour extra, ristoranti migliori ed altre incredibili esperienze.

Girl in a jacket
SEGUICI SU INSTAGRAM

@suitetime_collection

Condividi i tuoi momenti speciali con #VILLALAPERGOLA